Psichiatria

Nuove evidenze sui rischi neurali e sui benefici dell’uso di marijuana

Sul sito “ScienceDaily – Your source for the latest research news” è stato recentemente pubblicato un interessante articolo della “Society for Neuroscience” che affronta il tema degli effetti della cannabis sulla memoria in relazione ad alcune variabili quali l’età o il tipo di malattia.

Questo studio mette in luce le nuove evidenze sui rischi neurali e sui benefici dell’uso di marijuana.

I composti della cannabis possono alterare o migliorare la memoria a seconda dell’età, della malattia”.

La ricerca sottolinea sia i pericoli che la promessa terapeutica della marijuana, rivelando diversi effetti nel corso della vita.

L’esposizione alla marijuana nell’utero o durante l’adolescenza può ostacolare l’apprendimento e la memoria, danneggiare la comunicazione tra le regioni del cervello e disturbare i livelli dei principali neurotrasmettitori e metaboliti nel cervello.

Nella malattia di Alzheimer, tuttavia, i composti trovati nella marijuana, come il composto psicoattivo delta-9-tetraidrocannabinolo (THC), possono migliorare la memoria e mitigare alcuni dei sintomi della malattia.


*********************************************

Per parlare con uno specialista contatta:

– Psichiatra  Licia Lietti    +39 338 5019524  http://lietti-psichiatra-milano.com/

– Psicologa clinica  Martina Larsen Paya    +39 349 1696270

– Psicologa clinica    Martina Trinchieri      +39 393 5564912

– Psicologo Psicoanalista Marcello Florita   +39 3485123593  http://www.marcelloflorita.it/

**********************************************

Se vuoi saperne di più e leggere l’articolo originale in inglese clicca qui.

Link: https://www.sciencedaily.com/releases/2018/11/181106150418.htm

 

 

Please follow and like us: